CAMPIONATO 2007/08

XXV° giornata

Milano, 27 febbraio 2008

 

INTER   1

Roma   1

Julio Cesar

Doni

Maicon

Cassetti

Burdisso

Mexes

Chivu

Ferrari

Maxwell

Tonetto

Zanetti

Taddei

Vieira

(86’ Juan)

Cambiasso

De Rossi

(58’ Balotelli)

Pizarro

Stankovic

(61’ Aquilani)

(46’ Suazo)

Perrotta

Figo

Vucinic

(61’ Pelè)

(77’ Giuly)

Crespo

Totti

All. Mancini

All. Spalletti

 

Arbitro: Roberto Rosetti di Torino

 

Marcatori: 38’ Totti;  88’ Zanetti

 

L'Inter parte subito forte alla ricerca del gol per sbloccare la gara. Dopo un preciso cross di Figo dalla destra per Crespo, con la difesa della Roma che libera con affanno (1'), grande azione dell'Inter sulla sinistra (3'): Maxwell pesca Stankovic tutto solo al limite dell'area, il serbo tira al volo e la palla finisce alta sulla traversa della porta di Doni. La Roma prova a reagire (5'), Totti lancia Perrotta in area sulla sinistra ma Julio Cesar esce e blocca. L'Inter fa la partita: impetuosa azione nerazzurra al 19': Vieira, in area sulla destra, gira al centro per Crespo, spettacolare semi-rovesciata dell'argentino, la palla sbatte sulla parte interna del palo alla sinistra di Doni, attraversa tutto lo specchio della porta ed esce sul fondo. Al 33' De Rossi tocca centralmente per Totti che spalle alla porta si gira e batte a rete, palla a lato di un paio di metri. L'Inter replica un minuto più tardi: cross dalla destra di Maicon per la testa di Stankovic che, ostacolato da Cassetti, non trova la porta. Al 38' Roma in vantaggio: Tonetto crossa teso sul primo palo dalla fascia sinistra, Totti anticipa Chivu e batte Julio Cesar con un tocco a fil di palo. Al 45' l'ultima emozione della prima frazione di gioco: calcio d'angolo magistralmente battuto da Figo dalla sinistra per Burdisso che stacca di testa senza trovare lo specchio della porta.

La ripresa si apre con una sostituzione tra le fila nerazzurre: Mancini inserisce Suazo al posto di Stankovic. Dopo dieci minuti Mancini perde Cambiasso e getta nella mischia Mario Balotelli. Qualche minuto più tardi, per riequilibrare la squadra, il tecnico interista inserisce Pelé al posto di Figo. Non passano neanche 5 minuti che l'Inter deve rinunciare anche a Maxwell infortunatosi ad una caviglia. Tre cambi già effettuati, quindi i nerazzurri sono costretti a giocare in dieci per il resto della ripresa. Al 21' Roma pericolosissima: colpo di tacco di Totti a smarcare Perrotta, assist millimetrico per Aquilani che solo davanti a Julio Cesar conclude a rete di destro, il portiere nerazzurro si supera e respinge di piede. Al 26' Roma ancora insidiosa, con Perrotta che calcia a rete da distanza ravvicinata, Burdisso respinge in scivolata. Al 30' De Rossi batte a rete dai 25 metri la palla sfiora il palo alla destra di Julio Cesar e si perde sul fondo. Al 36' mischia furiosa in area giallorossa, De Rossi spazza l'area e risolve una situazione spinosa in area romanista. Al 38' Rosetti espelle Mexes alla sua seconda ammonizione. Al 42' Maicon crossa dalla destra per lo stacco di testa di Crespo, Doni compie un intervento prodigioso e mette in angolo. L' Inter pareggia con merito al 43' con il suo giocatore simbolo: Javier Zanetti, gran destro dai 20 metri e palla che s'infila nell'angolino basso. L' incontro si chiude dopo 4 minuti di recupero, subito dopo un destro di Balotelli che sfiora il palo allo destra di Doni. L'Inter pareggia in zona Cesarini con una rete strepitosa di capitan Zanetti e tiene la Roma a 9 punti di distanza in classifica.