CAMPIONATO 2007/08

XVIII giornata

Siena, 13 gennaio 2008

 

Siena 2

INTER 3

Manninger

Julio Cesar

Bertotto

Maicon

Portanova

(46 Stankovic)

Loria

Cordoba

De Ceglie

Materazzi

Vergassola

Maxwell

Codrea

(83 Burdisso)

(75 Forestieri)

Zanetti

Galloppa

Cambiasso

Locatelli

Chivu

(83 Alberto)

Jimenez

Frick

(73 Pel)

(46 Corvia)

Cruz

Maccarone

Ibrahimovic

All. Beretta

All. Mancini

 

Arbitro: Girardi di San Don di Paive

 

Marcatori:

26 Ibrahimovic ( r ); 31 Cordoba (aut); 45 Cambiasso; 52 Ibrahimovic; 92 Forestieri

 

 

Ritmo sostenuto fin dalle battute iniziali con duelli di grande agonismo a centrocampo. La prima azione gol per i nerazzurri e capita al minuto numero 5. Azione insistita di Ibrahimovic che supera tre avversari e arriva sul fondo. Cross a centro area per Cruz che anticipato dalla chiusura di Bertotto un istante prima della possibile battuta a rete. L'Inter passa in vantaggio al 26'. Cruz atterrato in area da Codrea, il direttore di gara Girardi decreta la massima punizione. Batte Ibrahimovic: conclusione perfetta, potente e a fil di palo, Manninger battuto. Il Siena non si da' per vinto e trova la rete del momentaneo pareggio al 31': cross di Locatelli dalla trequarti destra per Frick che di testa appoggia su Maccarone, tocco da distanza ravvicinata e Julio Cesar capitola. L'Inter si riporta in vantaggio al 46'. Chivu controlla un cross proveniente dalla destra e a apre su Ibrahimovic, assist perfetto per Cambiasso che in scivolata supera ancora Manninger. Si chiude qualche istante pi tardi la prima frazione di gioco.

L'Inter ritorna in campo dopo l'intervallo con il rientrante Stankovic al posto di Maicon. I nerazzurri calano il tris al 52': Chivu tocca su Ibrahimovic, controllo e mezzocollo destro imparabile che s'insacca appena sotto l'incrocio dei pali. I nerazzurri si rendono pericolosi in un paio di occasioni, prima con Cruz, poi con Ibrahimovic, senza trovare il quarto gol. Il Siena replica con Locatelli e Corvia ma il risultato non cambia, fino al 91 quando Forestieri azzecca una conclusione micidiale dal limite dell'area. Mancini inserisce anche Pel e Burdisso al posto di Jimenez e Maxwell. Cambiano gli interpreti ma la sinfonia nerazzurra sempre la stessa. Ennesima dimostrazione di forza dei nerazzurri che contro un ottimo Siena, s'impongono per tre reti a due, consolidando il vantaggio in classifica sulle inseguitrici Roma e Juventus.