Aggiornamenti sito

 

 

 

La storia dell'Inter
Kronos Informatica
info@storiainter.com

Anni di ricerca per la realizzazione del presente sito hanno portato alla pubblicazione di questo libro

Dagli albori della Coppa dell’Europa Centrale (la mitica Mitropa Cup degli Anni Trenta), passando dalla Coppa delle Fiere e per proseguire con la Coppa dei Campioni e la Coppa UEFA, senza dimenticare la Coppa delle Coppe, ma con il fascino della Coppa Intercontinentale, questa pubblicazione ripropone l’Inter in versione europea in tutte le sue angolazioni, senza tralasciare i dettagli ed esaltandone le sue imprese. Anche attraverso i nomi dei suoi campioni e dei suoi allenatori che hanno contribuito ad arricchire un palmarès notevole, composto da 3 Coppe dei Campioni, 2 Coppe Intercontinentali, 1 Mondiale per Club e 3 Coppa UEFA. Anche se probabilmente le pagine ricche e da scrivere saranno ancora tante.

URBONE Publishing - pagine 283 - Euro 14.00 - Potete richiedete la vostra copia a: info@storiainter.com o cliccando al link: http://www.urbone.eu/obchod/storia-dell-inter-nelle-coppe-europee

 

 

===============

Anni di ricerca per la realizzazione del presente sito hanno portato alla pubblicazione di questo libro

Dagli albori della Coppa dell’Europa Centrale (la mitica Mitropa Cup degli Anni Trenta), passando dalla Coppa delle Fiere e per proseguire con la Coppa dei Campioni e la Coppa UEFA, senza dimenticare la Coppa delle Coppe, ma con il fascino della Coppa Intercontinentale, questa pubblicazione ripropone l’Inter in versione europea in tutte le sue angolazioni, senza tralasciare i dettagli ed esaltandone le sue imprese. Anche attraverso i nomi dei suoi campioni e dei suoi allenatori che hanno contribuito ad arricchire un palmarès notevole, composto da 3 Coppe dei Campioni, 2 Coppe Intercontinentali, 1 Mondiale per Club e 3 Coppa UEFA. Anche se probabilmente le pagine ricche e da scrivere saranno ancora tante.

URBONE Publishing - pagine 283 - Euro 14.00 - Potete richiedete la vostra copia a: info@storiainter.com o cliccando al link: http://www.urbone.eu/obchod/storia-dell-inter-nelle-coppe-europee

============

Stagione 2015/16

 

CAMPIONATO

COPPA ITALIA

AMICHEVOLI

 

Ultimo incontro:

Campionato 2015/16 - XXIV° giornata

Verona, 07 febbraio 2016

Verona - Inter 3-3

Verona: Gollini, Pisano, Moras, Helander, Albertazzi, Wszolek (81' Romulo), Marrone, Ionita, Fares (61' Gilberto), Toni (68' Gomez), Pazzini. A disposizione: Coppola, Marcone, Samir, Jankovic, Furman, Greco, Bianchetti, Emanuelson. Allenatore: Luigi Delneri
Inter:
Handanovic, Nagatomo, Murillo, Jesus, Telles (83' Biabiany), Brozovic, Melo (46' Perisic), Kondogbia, Eder (90' Ljajic), Icardi, Palacio. A disposizione: Carrizo, Berni, Medel, Santon, Ljajic, Gnoukouri, D'Ambrosio, Popa, Manaj, Correia. Allenatore: Roberto Mancini
Reti:
8' Murillo, 12' Helander, 15' Pisano, 57' Ionita, 62' Icardi, 78' Perisic
Arbitro:
Piero Giacomelli di Trieste; assistenti Crispo, Paganessi; assistenti addizionali Guida, Gervasoni; IV° uomo Marzaloni
Note:
spettatori paganti 27.653; angoli 9 a 7 per l' Inter; ammonito al 30' Melo, 35' Wszolek, 60' Fares, 77' Telles, 83' Marrone; recupero pt 0' e st 3'

VERONA - I nerazzurri partono subito in avanti e al 7' minuto giunge la prima clamorosa palla gol: scambio tra Icardi e Palacio con quest'ultimo che si ritrova solo davanti alla porta, tiro e pallone che è respinto incredibilmente da Gollini. Passa un minuto e l'Inter si conquista un calcio d'angolo, batte Brozovic e grandissimo stacco di Murillo che mette il pallone in fondo al sacco, Inter in vantaggio. Andata in vantaggio, l'Inter si ferma, consente al Verona di farsi in avanti e al 12' i padroni di casa si conquistano un calcio d'angolo, batte Marrone e pallone che giunge sulla testa di Helander il quale batte inesorabilmente Handanovic. Passano tre minuti e calcio di punizione per il Verona, batte ancora Marrone e questa volta è Pisano a saltare indisturbato e a battere per la seconda volta Handanovic. Passata in svantaggio, l'Inter tenta di reagire e al 21' sfiora il gol con un bellissimo tiro di Brozovic da fuori area, palla che esce di pochissimo con Gollini completamente fermo. L' Inter insiste in avanti ma manca sempre l'ultimo passaggio smarcante e così il primo tempo termina con i padroni di casa in vantaggio. Il secondo tempo inizia con Perisic al posto di Melo e con l'Inter che si fionda subito in avanti. Palacio è imprendibile per i difensori veronesi e al 52' costringe Gollini alla respinta di pugno su un suo tiro cross. Al 56' ci prova Kondogbia il quale calcia fortissimo ma centrale, Gollini para ma non trattiene, ma Icardi non ha seguito l'azione e non riesce a deviare in rete. Passa un minuto, il Verona si affaccia per la prima volta in avanti e si conquista un calcio d'angolo, batte il solito Marrone e questa volta è Ionita a svettare e a mettere la sfera in rete. L' Inter non crolla e passati cinque minuti accorcia le distanze: Perisic conquista palla a centrocampo e lancia per Icardi il quale non sbaglia e mette la palla in rete. L' Inter insiste e al 67' ha l'occasione per pareggiare ma ancora una volta Gollino si oppone a un tiro da distanza ravvicinata di Palacio. I nerazzurri insistono ancora con il Verona che si difende e che tenta di ripartire in contropiede di tanto in tanto. Al 76' Gomez non trova la porta da buona distanza e a 78' l'Inter pareggia: è ancora una volta Palacio a seminare gli avversari sulla destra, traversone sul quale Icardi non arriva alla deviazione, sfera che giunge a Perisic che di prima intenzione batte Gollino per il gol del pareggio. Ora la partita è veramente entusiasmante con le due squadre che cercano la vittoria: all' 84' è Eder a provarci con un gran destro con Gollini che vola a deviare in calcio d'angolo, poi all' 86' è Gibelto che colpisce la base del palo esterno difeso da Handanovic e all' 87' è Romulo che tenta di beffare Handanovic con un pallonetto che fa terminare il pallone a lato. Cambio di fronte di gioco e Biabiany mette in area un bellissimo pallone per Icardi il quale tutto solo lo gira di testa fuori dallo specchio della porta. Tre minuti di recupero, c'è ancora tempo per una potenziale occasione per l'Inter, ma Icardi non riesce a fermare la palla in piena area di rigore, e alla fine il sig. Giacomelli fischia la fine dell'incontro.